Security Summit 2012- OPSI rappresenta AIP

Security Summit, il  maggiore evento italiano dedicato ai temi della sicurezza informatica, si terrà a Milano il 20, 21, 22 marzo.  Security Summit è organizzato  da CLUSIT,    la più qualificata associazione di settore. Confermando la pluriennale collaborazione con Clusit, anche quest’anno OPSI è orgogliosa di rappresentare Associazione Informatici Professionisti al prestigioso convegno.

In particolare saranno tenuti due seminari mercoledì 21 marzo alle ore 16.30 presso la sala Granato che vedranno come relatori il coordinatore di OPSI Alessandro Frillici e Matteo Flora, membro del Comitato Tecnico Scientifico.

Questi i titoli e gli abstract degli interventi.

“Privacy 2.0″.
L’Italia “semplifica” eliminando l’obbligo formale del Documento Programmatico sulla Sicurezza, l’Unione Europea vara la “Privacy 2.0″.
Dall’esame della proposta di direttiva è possibile cogliere l’orientamento che guiderà la privacy in Europa per i prossimi anni.
La materia è stata “sdoganata” dall’ambito tecnico-informatico in cui pareva averla relegata la Direttiva del 1995, complici le misure minime. La Commissione Europea ha spostato il tiro sul governo del sistema informativo; particolare interesse riveste la figura del “Data Protection Officer”, un soggetto ibrido che si colloca tra il Titolare ed il Garante.
L’intervento si propone di analizzare gli impatti sulla sicurezza delle informazioni prodotti dal D.L. 5/2012 e nel contempo valutare i possibili futuri scenari suggeriti dalla proposta di direttiva UE. Un’occasione per affrontare il tema del governo della sicurezza delle informazioni, attività per lo più mossa da esigenze di compliance che tuttavia, se gestita in un’ottica di convergence, può rappresentare un valore aggiunto utile a contrastare l’attuale crisi.

Docente: Alessandro Frillici

“Social Media Intelligence & Monitoring”
L’avvento dei Social Media e l’alta quantità di dati liberamente disponibili ha reso possibili analisi sugli utenti prima impensabili: tecniche e strumenti mutuati dall’intelligence hanno fornito al web marketing una profilazione di abitudini di acquisti ed una insight personale sugli utenti in gradi di stabilire precisi scenari di influenza e di positività o negatività. Alert, monitoring, profiling sono effettuati in quella “zona grigia” della normativa che va analizzata ed indagata. Nell’intervento casi reali e scenari di utilizzo da parte di una delle realtà leader europee nel Social Media Intelligence.

Docente: Matteo Flora

E’ necessario iscriversi sulla pagina dell’evento.

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.