Benvenuti

La sicurezza informatica è un’area critica per il sistema paese. Gli operatori di telecomunicazioni, i gestori di infrastrutture critiche informatizzate, tutte le imprese pubbliche e private fanno uso estensivo di dispositivi informatici, basando su di essi il funzionamento dei propri servizi. Gli attacchi informatici hanno avuto un notevole incremento negli ultimi anni, le infrastrutture informatizzate di telecomunicazione del Paese devono essere protette adeguatamente da tali attacchi e devono essere messe in piedi azioni volte a prevenirli e, se necessario, a reprimerli. La pervasività e la facilità d’accesso alle informazioni rendono uno strumento di comunicazione idoneo per la formazione civica ed educativa del minore. L’uso sempre più intenso della telematica può sottoporre accidentalmente il minore a rischi e pericoli come la pornografia, l’incitamento all’odio e alla violenza, l’adescamento on-line da parte di adulti. Ciò rende indispensabile la tutela del minore mediante l’adozione di politiche adeguate nell’uso delle tecnologie e nei sistemi di protezione. Parallelamente allo sviluppo delle minacce si sono moltiplicati gli interventi sotto i profili: sociale, legislativo, organizzativo e tecnico. Negli ultimi anni sempre più numerosi sono stati gli interventi legislativi in materia (tra i più noti quelli in materia di e di tutela del software), numerose sono le organizzazioni che sono nate, enorme è il materiale che viene quotidianamente prodotto. E’ praticamente impossibile, per un solo individuo, riuscire a seguire, filtrare organizzare e metabolizzare quanto viene prodotto in materia, eppure, informarsi e mantenersi costantemente aggiornati è un dovere oltre che legale anche morale non solo per gli informatici ma per tutti coloro i quali utilizzano le tecnologie IC. L’osservatorio, sfruttando la competenza ed organizzazione di osservatori qualificati, si propone di monitorare in tempo reale il mondo della Privacy e della Sicurezza Informatica. Gli assi di analisi dell’osservatorio si snodano praticamente a 360 gradi, sia nelle diverse specializzazioni della sicurezza, sia a livello territoriale secondo la scala locale, nazionale, europeo, extra UE. L’osservatorio, inoltre, per il miglior adempimento dei propri fini, ricerca, promuove accordi e collaborazioni con le principali istituzioni ed organizzazioni del settore, partecipa a progetti. L’Osservatorio rappresenta AIP presso il Garante della Privacy al tavolo per la redazione del codice deontologico per i servizi di telecomunicazioni, è stato presente ai principali eventi italiani in materia di sicurezza.
Come tutte le iniziative AIP la partecipazione all’Osservatorio è aperta a tutti gli associati con l’unica condizione/requisito di mantenere costante l’apporto promesso.

Questa voce è stata pubblicata in home. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.